CIRCUITO "MANDINGO DI DOLCEACQUA"© L'Evidenziatore Del Web: Cambiamenti climatici..ecco cosa sta succedendo! Tutto quello che cerchi in un semplice click notizie, news, società, economia, video incredibili,

mercoledì, agosto 27, 2014

Cambiamenti climatici..ecco cosa sta succedendo!

Gli scienziati continuano a ripeterlo e non sanno più come dircelo: il cambiamento climatico non significa solo un po’ più di caldo o qualche temporale fuori stagione. Non è un’esagerazione: la nostra stessa *sopravvivenza* è a rischio. Questa è una battaglia per salvare il pianeta.

La nostra biosfera ha un equilibrio precario. Basta scaldarla appena e si scatena un circolo vizioso senza fine. Più si sciolgono i ghiacci artici che riflettono la luce solare, più luce colpirà la Terra, più si alzeranno ancora le temperature, che a loro volta scioglieranno ancora più ghiaccio e così via. Questo circolo vizioso è già iniziato e, se supererà il punto di non ritorno, sfuggirà del tutto al nostro controllo, mettendo a rischio tutti e tutto ciò che amiamo.

Le Nazioni Unite ne sono consapevoli e hanno organizzato un incontro mondiale a New York per affrontare questa emergenza.
Con migliaia di organizzazioni, dai sindacati ai gruppi religiosi, e centinaia di migliaia di persone. per lanciare la più grande mobilitazione di sempre per il clima, con eventi da New York a Parigi a Rio. Il 21 settembre dobbiamo scuotere il mondo. Per riuscirci, dovremo mobilitare migliaia di organizzatori, inondare le metropolitane e le radio con i nostri annunci e lanciare un’operazione mediatica efficace. 

Questa mobilitazione ha uno scopo preciso: dimostrare la nostra partecipazione in massa. Per ben 15 minuti i leader mondiali presenti al vertice dovranno starsene seduti ad ascoltare il nostro messaggio, le foto, i video e le voci dai nostri eventi nel mondo. Più saremo, più forte sarà il nostro appello ai politici a darsi una mossa. New York sarà il centro dell’azione, poiché è là che si svolgerà il vertice ONU, quindi una partecipazione di massa negli Stati Uniti (che sono sempre rimasti indietro nella lotta contro il cambiamento climatico) sarà ancora più potente a livello politico.


Nei prossimi cinque giorni le piccole donazioni da parte di 50.000 di noi ci consentiranno di:
comprare centinaia di spazi pubblicitari nelle radio e nelle metropolitane di New York e altre città chiave 
reclutare centinaia di organizzatori che chiameranno a raccolta migliaia di volontari e centinaia di migliaia di manifestanti allestire un’operazione mediatica di spessore e coinvolgere personaggi famosi, per assicurare la massima copertura media realizzare eventi ad effetto che attirino l’attenzione dei media 
portare davanti alle telecamere i “sopravvissuti del clima” e i rappresentanti delle comunità più colpite per far ascoltare la voce di chi deve affrontare di persona le devastazioni causate dal clima 
formare una rete offline di organizzatori, volontari e alleati che rendano ancora più forti e efficaci le nostre campagne nei prossimi anni.

Il cambiamento climatico minaccia tutti noi. E ci spinge a lavorare tutti assieme per contrastarlo. Gli ostacoli che abbiamo davanti non sono solo la miopia delle compagnie petrolifere o i politici che queste si comprano, ma anche la nostra stessa volontà: decideremo di sperare, e agire, prima che sia troppo tardi? Facciamola ora questa scelta, e con essa costruiamo un movimento che può salvare il pianeta.

Con speranza,

UNISCITI A NOI ADESSO..CLICCA IN QUESTO LINK E CONTINUA A LEGGERE COSA STA SUCCEDENDO...
Il cambiamento climatico è una realtà di dimensioni mondiali, e la portata e la velocità del cambiamento stanno diventando sempre più evidenti. Ciò significa che ogni componente del sistema economico, incluse le famiglie, deve adattarsi e ridurre le emissioni. 

La relazione "Climate change, impacts and vulnerability in Europe 2012en" (Cambiamento climatico, impatti e vulnerabilità in Europa al 2012) rileva che in tutta Europa sono state osservate temperature medie più elevate, nonché precipitazioni in diminuzione nelle regioni meridionali e precipitazioni in aumento in Europa settentrionale. La crosta ghiacciata della Groenlandia, i ghiacci nell'Artico e numerosi ghiacciai in Europa si stanno sciogliendo, le superfici innevate sono diminuite e il permafrost si è riscaldato. 

Gli eventi climatici estremi degli ultimi anni, quali ondate di caldo, alluvioni e siccità, hanno causato in Europa un aumento dei costi legati ai danni subiti. Se da un lato sono necessari maggiori elementi per capire il ruolo svolto dal cambiamento climatico nel delinearsi di questo scenario, dall'altro la crescita dell’attività umana nelle aree a rischio si è rivelata un fattore decisivo. Si prevede che gli eventi climatici estremi diventeranno sempre più intensi e frequenti e i futuri cambiamenti climatici contribuiranno ad accentuare la vulnerabilità di tale situazione. Secondo la relazione, se le società europee non adotteranno misure di adattamento, si prevede che i costi legati ai danni continueranno ad aumentare.


La relazione evidenzia che alcune regioni saranno meno in grado di adattarsi al cambiamento climatico rispetto ad altre, in parte a causa delle disparità economiche in Europa. Gli effetti del cambiamento climatico potrebbero ampliare tali disuguaglianze.

POST POPOLARI

Booking.com
CERCA IL B&B A DOLCEACQUA DA NOI...

NEL SITO

LO SAPEVI..?

LO SAPEVI..?
L'evidenziatore si sta trasferendo e deve arredare il nuovo sito. Non farti sfuggire questa occasione. Guardalo in anteprima mentre è al lavoro