CIRCUITO "MANDINGO DI DOLCEACQUA"© L'Evidenziatore Del Web: "No alle liste d'attesa per i non autosufficienti" Tutto quello che cerchi in un semplice click notizie, news, società, economia, video incredibili,

sabato, marzo 30, 2013

"No alle liste d'attesa per i non autosufficienti"


Regione Piemonte
Stop alle liste d’attesa per gli anziani non autosufficienti. La Regione non garantisce loro i livelli essenziali di assistenza (Lea) e ora deve adottare adeguarsi alla legge nazionale.

Lo impone il Tribunale amministrativo regionale che ha accolto la richiesta di tre associazioni del settore: l’Associazione promozione sociale, l’Unione per la tutela degli insufficienti mentali e l’Unione per la lotta contro l’emarginazione sociale. Tutte e tre si erano opposte alla decisione della giunta del 30 luglio scorso e a una circolare del direttore dell’assessorato alle politiche sociali.

L’ordinanza è arrivata proprio mentre in Consiglio regionale si teneva una seduta straordinaria sull’assistenza agli anziani con difficoltà. I giudici hanno sospeso questi atti ritenendoli dannosi per i diritti.

Cosa prevedevano quelle norme lo riassume Francesco Santanera dell’Unione per la lotta contro l’emarginazione: «Per la Regione sono valide e regolari le liste d’attesa a tempo indeterminato per le cure socioassistenziali ad anziani non autosufficienti e a persone con Alzheimer o demenza senile».

In pratica queste persone avrebbero dovuto aspettare a lungo prima di ricevere cure in residenze apposite. O  casa propria.

Già il 22 novembre scorso i giudici della seconda sezione del Tar, presieduti da Vincenzo Salamone, avevano preso una decisione simile sospendendo la delibera del 30 luglio perché ritenevano che le liste d’attesa per i malati costituissero un pericolo e non rispettassero i “lea”, limiti essenziali di assistenza dettati dalla legge nazionale e che devono essere garantiti in maniera uguale su tutto il territorio italiano. «Dopo quella decisione  continua Santanera  l’assessorato ha diramato una nuova circolare il 14 dicembre scorso».

La circolare però mantiene le liste d’attesa e perciò nell’ordinanza di ieri mattina i giudici scrivono che «l’amministrazione ha eluso la decisione cautelare di questo Tar, riproponendo la medesima illegittimità per violazione dei lea».

A questo punto i magistrati hanno ordinato «alla Regione Piemonte di apprestare idonee misure organizzative al fine di soddisfare le esigenze connesse alla presa in carico degli anziani». In un comunicato sul tema l’assessore alla sanità Ugo Cavallera ha replicato che «l’impegno della giunta è rivolto a trovare le risorse necessarie per garantire il livello di servizi e di assistenza che caratterizza da tempo la nostra regione».

Fonte: http://torino.repubblica.it/cronaca/2013/03/28/news/no_alle_liste_d_attesa_per_i_non_autosufficienti-55498046/

DIVENTA NOSTRO FANS SE TI VA. NE SAREI LUSINGATO. mandingo di dolceacqua

Promuovi anche tu la tua Pagina

POST POPOLARI

Booking.com
CERCA IL B&B A DOLCEACQUA DA NOI...

NEL SITO

LO SAPEVI..?

LO SAPEVI..?
L'evidenziatore si sta trasferendo e deve arredare il nuovo sito. Non farti sfuggire questa occasione. Guardalo in anteprima mentre è al lavoro